9 LUGLIO 2006 Siamo Campioni del mondo! E oggi?

Condivisioni 35

11 anni fa Cannavaro & C. alzavano la coppa del mondo, alta nel cielo di Berlino siglando una delle spedizioni più belle della storia del calcio italiano

Ma che fanno oggi i campioni del Mondo di allora?

1 BUFFON – 39 anni. Ancora il numero 1 senza dubbio. Finale di Champions, con la Juve spadroneggia in Italia. Si sta preparando al suo ultimo mondiale. Vedremo

2 ZACCARDO – Nell’immaginario dei tifosi azzurri viene ricordato per l’autorete agli Stati Uniti che convinse, poi, Lippi a lanciare Grosso titolare. L’ultima stagione l’ha spesa in prestito dal Carpi col Vicenza, con cui sta discutendo il rinnovo.

Il rigore di Grosso

3 GROSSO – L’eroe indiscusso del Mondiale 2006 si è ritirato nel 2012 e ora è l’allenatore della Primavera della Juventus. Ha vinto il Viareggio 2016.

4 DE ROSSI – L’espulsione per la gomitata a McBride rischiò di fargli perdere tutto il Mondiale, tornò invece in finale per segnare uno dei rigori della serie. Appena rinnovato con la Roma.

5 CANNAVARO – Il capitano che alzò la Coppa ha intrapreso la carriera da dirigente e poi da allenatore. Prima da vice all’Al-Ahli, poi ci ha provato al Guangzhou come erede di Lippi. Dopo l’esperienza all’Al-Nassr ora ha firmato con il Tianjin Quanjian, squadra della Serie B cinese.

6 BARZAGLI – Titolare con l’Ucraina al Mondiale, leader della Juve e della Nazionale. Ancora in palla, uno dei migliori della difesa della Juventus.

Il gol di Del Piero

7 DEL PIERO – Col calcio giocato ha detto basta, anche se non si è mai ufficialmente ritirato dopo l’esperienza in Australia e in India. Lo vediamo su Sky e su Youtube (in loop il suo gol contro la Germania)

8 GATTUSO – Ormai allenatore. Prima il Palermo, poi l’Ofi Creta. Dopo un anno di B con il Pisa che aveva portato alla promozione dalla Lega Pro, l’anno prossimo sarà il mister della Primavera del Milan.

9 TONI – Ha detto basta lo scorso anno, commuovendo tanti tifosi. Ha chiuso la sua ultima stagione in A con 6 reti (l’ultima su rigore con un “cucchiaio”). E’ stato dirigente al Verona quest’anno ma non ha rinnovato. Sogna un futuro da Direttore Sportivo (ha preso anche il patentino) ma non ha trovato ancora un ruolo (almeno all’Hellas).

10 TOTTI – Con 250 gol è il secondo marcatore di tutti i tempi in Serie A. Ha chiuso con il calcio giocato quest’anno con un addio emozionante.

11 GILARDINO – Ultima stagione a Pescara (non benissimo), ora nel mirino del Parma per provare a salire in serie A.

12 PERUZZI – L’uomo che ha consegnato fisicamente la Coppa del Mondo a Cannavaro. La forma ormai è quella che è. Nel 2012 fu il vice di Ferrara alla Samp. Vive a Blera, nel viterbese, da tecnico disoccupato.

13 NESTA – Dopo aver chiuso la carriera nella Mls, è diventato allenatore. È il tecnico del Miami FC, squadra della Nasl in America.

14 AMELIA – Dopo l’addio al Milan la sua carriera sembrava essersi arenata. Una presenza in promozione al Rocca Priora, una in Serie B con il Perugia. Poi la chiamata del Chelsea, dove è stato il terzo portiere. Ultimo anno a Vicenza con 3 presenze.

15 IAQUINTA – La sua carriera si è chiusa tra Juve e Cesena, dopo lunghi infortuni, nel 2012. Nel 2015 ha acquisito il patentino di allenatore, ma ha avuto altri problemi, diciamo.

16 CAMORANESI – Nel 2014 ha dato l’addio al calcio dopo le esperienze con Lanus e Racing. Ha allenato il Cores de Tepic, nella Serie B messicana, poi il Tigre e il Tapachula, prima dell’esonero.

17 BARONE – Quasi una comparsa al Mondiale, soprattutto di fianco a quell’Inzaghi che non gli passò la palla contro la Repubblica Ceca. Dopo aver allenato la primavera del Modena, ora è il vice di Zambrotta in India ai Delhi Dynamos.

18 INZAGHI – Appena conquistata la serie B con il Venezia, è sempre sulla cresta dell’onda e nelle Instagram stories di Bobo Vieri.

19 ZAMBROTTA – Ha allenato il Chiasso, senza fortuna. Sta per intraprendere la carriera di tecnico dei Delhi Dynamos in India.

20 PERROTTA – Consigliere federale dell’AIC e commentatore in tv.

21 PIRLO – L’esperienza al New York City in MLS procede, tra alti e bassi. Chissà ancora per quanto.

22 ODDO – Esperienza da allenatore a Pescara con promozione ed esonero compresi. Lo ricordiamo per il taglio della coda a Mauro Camoranesi.

La testata di Zidane

23 MATERAZZI – L’altro protagonista totale della finale, tra gol, testate e rigore. È tornato in campo nel campionato indiano, dove ha anche allenato il Chennaiyin lasciato a marzo. Anno prossimo chissà..

Condivisioni 35

Commenta